Corisco

Chi siamo

Direttore
Antonino Pennisi

Comitato scientifico
Francesco Ferretti, David Freeberg, Vittorio Gallese, Amelia Gangemi, Philip Johnson Laird, Paolo Leonardi, Alessandro Minelli, Sandro Nannini, Demetrio Neri, Pietro Perconti, Telmo Pievani, Alessio Plebe, Rui Braz Afonso

Comitato redazionale
Domenica Bruni, Valentina Cardella, Vivian De La Cruz, Alessandra Falzone, Mario Graziano, Sebastiano Nucera, Francesco Parisi, Maria Primo, Caterina Scianna

  • Collaborazioni scientifiche internazionali alle attività del CoDiSco
  • Statuto
  • Sedi

Hanno collaborato con iniziative del CoDiSco:

Douglas R. Hofstadter, College Professor of Cognitive Science and Arts, Distinguished Professor Indiana University, Bloomington

Michael Dummett, Oxford University

David Freedberg, Columbia University, New York

John Searle, University of California, Berkeley

Ned Block, Massachusetts Institute of Technology (MIT) e New York University (NYU)

Frans B.M. de Waal, Emory University, Psychology Department in Atlanta, Georgia

Dan Sperber, Institut Jean Nicod, di Parigi

Michael Herzfeld, Harvard University

Pierre Jacob, Institut Jean Nicod Paris

Maurice Bloch, Collège de France di Parigi

Giorgio Vallortigara, Center for Mind-Brain Sciences dell’Università di Trento

Alessandro Minelli, Dipart. di Biologia, Università di Padova;

Vittorio Gallese; Università di Parma

Francesco Casetti, Yale University

Risto Mikkulainen, Department of Computer Science, University of Texas at Austin;

Rui Braz Afonso; Università di Porto

Rita Astuti, London School of Economics and Political Science

Alessandro Duranti, Dean of Social Sciences at University of California

Giordana Charuty (Ephe – Paris)

Daniel Fabre (Ehhss – Paris)

Edoardo Boncinelli, Università Vita e Salute, S.Raffaele, Milano

Telmo Pievani, Università di Milano-Bicocca

DENOMINAZIONE
Ai sensi degli artt. 36 ss. C.C., è costituita un’Associazione culturale denominata “Corisco Edizioni”. L’Associazione è apolitica e non ha scopo di lucro.

SEDE
L’Associazione ha sede a Messina, via Concezione 6, 98122, con sede secondaria Roma, ma potrà istituire sedi secondarie, sezioni ed uffici di rappresentanza ovunque, in Italia e all’estero.

DURATA
La durata dell’Associazione è illimitata.

SCOPO
L’Associazione ha per oggetto quello di promuovere e favorire ricerche, studi, incontri nazionali ed internazionali sulle scienze cognitive del linguaggio e la creazione di una comunità di studiosi nel cui ambito ogni prospettiva di ricerca trovi pieno riconoscimento e appoggio. In particolare, l’associazione si occupa di:
A) Editoria
B) Organizzazione di incontri, convegni ed eventi culturali
C) Attribuzione di borse di studio
D) Performance artistiche
L’associazione si inibisce espressamente lo svolgimento di attività diverse da quelle sopra elencate con eccezione per quanto ad esse connesse e comunque in via non prevalente.
L’Associazione può svolgere le sue attività in collaborazione con qualsiasi altra istituzione pubblica o privata nell’ambito degli scopi statutari oppure associarsi (collaborare) con altre istituzioni.

SOCI – CRITERI DI AMMISSIONE E DI ESCLUSIONE
Sono soci dell’Associazione coloro che hanno sottoscritto l’atto costitutivo e coloro che saranno ammessi dal consiglio direttivo in quanto condividono gli scopi ideali dell’associazione e vengono ritenuti idonei al loro perseguimento. Qualunque persona fisica, di qualunque nazionalità, può essere ammessa a far parte dell’Associazione, in qualità di socio ordinario, dietro presentazione di domanda scritta indirizzata al Segretario. Possono essere ammessi a far parte dell’Associazione, in qualità di soci sostenitori, dietro presentazione di domanda scritta indirizzata al Segretario, persone giuridiche ed enti quali dipartimenti universitari, biblioteche, altre associazioni scientifiche, e simili. L’ammissione all’Associazione è deliberata da parte del Consiglio Direttivo il cui giudizio deve sempre essere motivato. E’ espressamente escluso ogni limite sia temporale che operativo al rapporto associativo ed ai diritti che ne derivano. Possono far parte dell’associazione solo le persone fisiche che ne facciano richiesta e che siano dotati di una irreprensibile condotta morale e civile. Tutti i soci hanno uguali diritti ed uguali obblighi nei confronti dell’associazione.
L’ammissione all’associazione non può essere effettuata per un periodo temporaneo.
L’esclusione del socio per gravi motivi, ai sensi dell’art. 24 Codice Civile, è deliberata dall’Assemblea. I soci recedenti od esclusi e che, comunque abbiano cessato di appartenere all’associazione, non possono riprendere i contributi versati e non possono vantare alcun diritto sul patrimonio dell’associazione. Tutti i soci maggiorenni, godono del diritto di partecipazione alle assemblee sociali, nonché dell’elettorato attivo e passivo. La qualifica di socio attribuisce il diritto a frequentare le iniziative indette dal Consiglio direttivo e la sede sociale, secondo le modalità stabilite nell’apposito regolamento. L’Assemblea potrà inoltre deliberare l’esclusione di quei soci risultati affetti da palese idiozia, comprovata dalla maggioranza più uno dei membri dell’Assemblea stessa.

ORGANI DELL’ASSOCIAZIONE
a) l’Assemblea dei Soci;
b) il Presidente e il Consiglio Direttivo;
c) il Segretario tesoriere.

L’ASSEMBLEA DEI SOCI
L’Assemblea dei Soci è il massimo organo dell’Associazione ed è composta da tutti i Soci che siano in regola con i doveri derivanti dall’iscrizione all’Associazione. In essa ogni Socio può rappresentare non più di due altri Soci, mediante deleghe individuali sottoscritte. L’Assemblea Ordinaria dei Soci si riunisce dietro deliberazione del Consiglio Direttivo per l’approvazione dei bilanci (consuntivo e preventivo), per l’elezione del Presidente, del Consiglio Direttivo e del Segretario tesoriere. L’Assemblea Straordinaria dei Soci è convocata per deliberare sulle modifiche da apportare allo Statuto o all’eventuale relativo regolamento e sullo scioglimento dell’Associazione. L’Assemblea Ordinaria dei Soci viene convocata dal Presidente mediante lettera ordinaria indirizzata a tutti i Soci, con almeno 30 giorni di anticipo sulla data dell’adunanza e con la notifica dell’ordine del giorno. L’Assemblea Straordinaria dei Soci viene convocata dal Presidente per decisione del Consiglio Direttivo, oppure su richiesta motivata di almeno un quinto dei Soci; in questo secondo caso, la convocazione deve avvenire entro 60 giorni dalla data della richiesta. La lettera di convocazione per le Assemblee Straordinarie deve essere inviata a tutti i Soci con almeno 30 giorni di anticipo sulla data dell’adunanza e con la notifica dell’ordine del giorno. In mancanza di tali formalità l’Assemblea è regolarmente costituita quando vi sia rappresentata la totalità dei Soci.
IL PRESIDENTE
Il Presidente ha la rappresentanza dell’Associazione, coordina l’attività sociale, presiede le riunioni dell’Assemblea e del Consiglio Direttivo. Egli ha la firma come legale rappresentante dell’Associazione di fronte ai terzi ed in giudizio. In caso di suo impedimento o di assenza la firma e la rappresentanza legale spettano al Vice Presidente.
Il Vice Presidente coadiuva il Presidente nell’espletamento dei compiti demandatigli e, in caso di assenza o impedimento, lo sostituisce.
IL CONSIGLIO DIRETTIVO
Il Consiglio Direttivo si compone di dieci membri (il Presidente più nove Consiglieri) scelti tra i Soci, eletti a scrutinio segreto dall’Assemblea. Per l’elezione del Presidente ogni Socio può esprimere un solo voto. Nella prima votazione risulta eletto il Socio che ottiene la metà più uno dei voti espressi; se nessuno raggiunge un tale risultato si procede a un ballottaggio tra i due Soci più votati. Per l’elezione degli altri membri del Consiglio Direttivo ogni Socio può esprimere cinque preferenze. Sono eletti i nove Soci più votati. Il Consiglio Direttivo è investito di tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione, salvo quanto dal presente Statuto è tassativamente demandato all’Assemblea dei Soci. Il Consiglio Direttivo elegge nel proprio seno un Vice Presidente, e sia tra i Soci, sia eventualmente all’esterno dell’Associazione, le seguenti cariche:
a) Tesoriere
b) Segretario
Il Tesoriere cura l’amministrazione dell’Associazione secondo le delibere del Consiglio Direttivo, e particolarmente tiene il Registro di Cassa, riscuote le entrate, esegue i pagamenti, predispone i bilanci annuali (consuntivo e preventivo), e ha facoltà di gestire conti correnti bancari e postali, depositando la propria firma insieme a quella del Presidente.
Il Segretario tiene il libro dei verbali delle Assemblee e delle riunioni del Consiglio Direttivo, l’archivio, il libro dei Soci ed i timbri dell’Associazione. Si occupa della normale corrispondenza.

PATRIMONIO
Il patrimonio dell’associazione è costituito da:
-contributi degli aderenti;
-contributi di privati;
-contributi dello Stato, di enti o di istituzioni pubbliche finalizzati al    sostegno di specifiche e documentate attività o progetti;
-contributi di organismi internazionali;
-donazioni e lasciti testamentari;
-rimborsi derivanti da convenzioni;
-entrate derivanti da attività commerciali e produttive marginali.

ESERCIZI SOCIALI E BILANCIO
L’esercizio sociale inizia il 01 gennaio di ogni anno e si chiude al 31 dicembre di ogni anno. Il Consiglio deve tempestivamente predisporre il bilancio dell’esercizio da sottoporre all’approvazione dell’assemblea entro quattro mesi dalla chiusura dell’esercizio sociale. La bozza di bilancio, nei quindici giorni che precedono l’assemblea che lo approva, ed il bilancio, dopo la sua approvazione, devono essere tenuti presso la sede dell’associazione a disposizione dei soci che lo volessero consultare e ne volessero chiedere copia. È fatto divieto all’Associazione di distribuire, anche in modo indiretto, utili e avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell’organizzazione a meno che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per legge o siano effettuate a favore di altre ONLUS che per legge, statuto o regolamento facciano parte della medesima ed unitaria struttura. Gli utili e gli avanzi di gestione dovranno essere impiegati obbligatoriamente per la realizzazione delle attività istituzionali o di quelle ad esse direttamente connesse. Il bilancio deve essere redatto con chiarezza e deve rappresentare in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale, economica e finanziaria dell’Associazione, nel rispetto del principio della trasparenza nei confronti degli associati.

SCIOGLIMENTO E LIQUIDAZIONE
L’associazione si scioglie per delibera dell’assemblea straordinaria o per inattività dell’assemblea ordinaria protratta per oltre due anni. L’assemblea che delibera lo scioglimento dell’associazione e la nomina dei liquidatori stabilirà i criteri di massima per la devoluzione del patrimonio residuo, nonché i poteri dei liquidatori per quanto riguarda la destinazione dei fondi eventualmente residuali. I liquidatori, tenuto conto delle indicazioni dell’assemblea e sentito l’organismo di controllo di cui all’art. 3 comma 190, della legge 23 dicembre 1996 n. 662, sceglieranno l’organizzazione non lucrativa di utilità sociale operante in identico o analogo settore cui devolvere il patrimonio residuo.

NORME APPLICABILI
Per tutto quanto qui non previsto si fa riferimento alle leggi ed ai regolamenti vigenti, ed ai principi generali dell’ordinamento giuridico. si applicano le norme del Libro 1°, Titolo II del Codice Civile, nonché quelle previste dal D. Lgs. 4 dicembre 1997 N.

Università di Messina
Dipartimento di Scienze cognitive, della formazione e degli studi culturali (CSECS)
Via Concezione 6-8, 98100 Messina

Noto – CUMO (Consorzio Universitario del Mediterrameo Orientale)
Dipartimento di Scienze cognitive, della formazione e degli studi culturali (CSECS)
Palazzo Giavanti, Via Sofia 10

Università di Roma Tre
Dottorato in Scienze Cognitive
Facoltà di Lettere e Filosofia, Via Ostiense 234-236, 00146 Roma