Recensioni
Recensione pubblicata su In cammino 75 (2009) 5, 45-46

Sr. M. Paola Silvestri
Recensione pubblicata su In cammino 75 (2009) 5, 45-46

Valerio Ciarocchi: Vissi d’arte. Una lettura di Tosca (con proposte didattiche), Edas, Messina 2009.

Si tratta di uno studio innovativo che s’inserisce nelle celebrazioni del 150° anniversario della nascita di Giacomo Puccini (Lucca, 22 dicembre 1858).
Il pregevole lavoro, di solo 45 pagine, è denso di rigore scientifico, letterario e musicale e tratteggia, con lucida e documentata competenza, la vita, il contesto storico-sociale e l’arte del maestro lucchese, soffermandosi più specificamente sull’opera Tosca, una delle più amate e note ai cultori del bel canto.
L’Autore, dopo una breve introduzione, propone nel primo capitolo, in prosa chiara e scorrevole, l’ambientazione storica-politica-sociale, sottesa alla maturazione spirituale di Puccini e lo fa con un occhio attento all’evoluzione musicale che influenzò la personalità del compositore toscano, tanto da proporre “un cammino originale, basato sia sulla conservazione delle radici nazionali del teatro musicale, sia sul rinnovamento dei suoi mezzi espressivi” (p. 14).
Nel secondo capitolo è tratteggiata la vita di Puccini, la sua poliedrica personalità influenzata fortemente da situazioni familiari difficili, che, spesso, furono anche le motivazioni sottese a quel lirismo poetico-musicale squisitamente pucciniana, che lo contraddistingue dagli altri “grandi” nel panorama musicale ottocentesco italiano.
Il capitolo si conclude con un’analitica presentazione delle opere del maestro, evidenziandone le motivazioni ispirazionali, la personalità dei protagonisti e le caratteristiche musicali.
Nel terzo ed ultimo capitolo, quello che dà il titolo al libro, emerge la figura di Tosca, a cui lo studio è dedicato. L’Autore la presenta con ampia documentazione soffermandosi sulla genesi, la struttura, l’ambientazione scenica, il contenuto, i personaggi, l’ispirazione musicale, la vocalità.
Interessanti ed originali anche le pagine che riguardano i librettisti di Tosca: Luigi Illica e Giuseppe Giacosa, di cui, abitualmente si sa poco in quanto l’attenzione viene concentrata più sulla partitura musicale (cfr. pp. 25-26).
L’elemento innovativo, che arricchisce la pubblicazione, è nelle proposte didattiche che l’Autore pone ad ogni capitolo. Infatti, egli suggerisce agli insegnanti ed alunni della scuola media superiore, modalità di realizzazione di Tosca o di altri capolavori, perché possano conoscere ed apprezzare il melodramma e il suo valore altamente educativo per la formazione di una equilibrata coscienza nazionale.
Impreziosisce il libro la Presentazione del M° Carmelo De Salvo, docente di canto lirico presso il Conservatorio Statale di Musica “F. Torrefranca”, Vibo Valentia.
L’Autore: Valerio Ciarocchi è un giovane messinese che, dopo aver compiuto gli studi classici, si è diplomato in Pianoforte nel 1997 presso il Conservatorio “F. Cilea” di Reggio Calabria. Nel 2002 si è diplomato in Didattica della Musica presso il Conservatorio “A. Corelli” di Messina e perfezionato come pianista accompagnatore presso il Conservatorio “J. Tomadini” di Udine. Nel 2005 ha conseguito la Qualifica Professionale di Maestro Collaboratore Sostituto presso l’Istituzione Teatro Lirico Sperimentale “A. Belli” di Spoleto. Inoltre, ha ottenuto il Baccalaureato e la Licenza in Teologia con Specializzazione in Catechetica presso l’Istituto teologico “San Tommaso” di Messina e, all’Università di Trieste, nel 2007, la Specializzazione per l’attività didattica di sostegno nella scuola secondaria.
Insegna educazione musicale, tiene incontri di formazione per gli operatori pastorali e liturgici e collabora a vari periodici, come Voce Francescana e In cammino con la Chiesa missionaria.
Nel 2008 ha pubblicato il saggio “Musicam sacram. Studio dell’Istruzione nel quarantennio della promulgazione”.