Collana: Fuori collana
Placa
la casa di campagna
anno2017
pagine64
formato16,5x24
ISBN978- 88-7820-474-4
prezzo€ 12.00

Giovanni si era convinto che se un uomo non lascia un segno del suo passaggio, è come se la sua vita non venisse pienamente spesa.

Nato in una famiglia della buona borghesia di Messina, fortemente legata alle antiche e nobili tradizioni della città che aveva conosciuto momenti di splendore intorno al XIV e XV secolo, al punto di essere considerata capi- tale della Sicilia, aveva ricevuto una sana educazione in cui i valori dell’im- pegno nel lavoro, del rispetto degli altri e del contributo positivo alla cosa pubblica erano un punto di riferimento stabile. Del resto suo padre aveva partecipato due volte alla ricostruzione della città, dopo il terremoto del 1908 e dopo la seconda guerra mondiale che aveva lasciato solo rovine e poche attività produttive.

Da bambino e poi anche successivamente aveva trascorso lunghi periodi in campagna, in un paesino dei Nebrodi, Frazzanò, in compagnia dei nonni materni e della zia Teresa da cui aveva appreso le buone maniere ed anche il giusto modo di rapportarsi con i contadini, trattati con rispetto, ma anche con una certa con denza per metterli a loro agio.

Anche la famiglia della madre, di origine catalana, aveva svolto un ruolo preminente a Tortorici, da dove proveniva, e sin dall’800 alcuni suoi rappresentanti avevano assunto importanti incarichi nella vita pubblica....