Collana: Fuori collana
Memorie di un “Barone” ereditario
anno2018
pagine348
formato16,5x24
ISBN9788878204829
prezzo€ 20.00

L’Autore attraverso l’analisi delle sue vicende, biografiche, scientifiche e professionali, pur nel contesto sociale, politico, ed economico in cui si sono svolte, ha cercato di evidenziare i motivi che lo hanno portato ad una piena affermazione scientifico professionale, in modo da fornire alle nuove generazioni qualche elemento utile per la realizzazione dei loro traguardi.
Ritiene che la scelta della professione sia importantissima, deve essere ben ponderata, e va valutata con la massima attenzione.
La professione del medico, comporta disponibilità allo studio, interesse per la scienza, prospettiva di sacrifici economici e di periodi di perfezionamento anche all’estero ma soprattutto amore e disponibilità verso il prossimo. Per il chirurgo è necessaria una manualità che non tutti possono avere ma sia per il medico che per il chirurgo è fondamentale possedere grande umiltà.
Per la ricerca occorre entusiasmo, immaginazione e sapere accettare i risultati sia quelli positivi che quelli negativi.
Per la carriera universitaria, in medicina, è fondamentale la scelta di uno o più docenti di riferimento che sappiano indirizzare l’allievo, sostenerlo e consigliarlo nel modo più opportuno, ma soprattutto questi deve essere fornito di una buona dose di entusiasmo sia per la ricerca che per la didattica.
Per tutti sono necessari un impegno massimo, una volontà ferrea, un lavoro senza limiti e la determinazione di andare avanti senza mai “mollare”.
In ogni caso il lavoro deve piacere perché diventa meno gravoso e può essere affrontato e sopportato come un hobby.
Le soddisfazioni economiche possono arrivare dopo un lungo periodo di sacrifici ma non debbono costituire l’obbiettivo principe della carriera di un medico.