Collana: Abralia
Ciatu
Fiato
anno2004
pagine70
formato10.5x20
ISBN0
prezzo€ 9.50

Con Ciatu, che è la sua prima poesia edita, Flora Restivo - vive a Casa Santa di Erice, in provincia di Trapani - intraprende un viaggio che sollecita il dialetto ad abbandonare ogni sua aderenza alle cose per proiettarsi verso l`inattingibile. Ne nasce un poiein carico di forti richiami fonici e di valenze inquietanti. Di pagina in pagina, a guadagnarne è soprattutto il linguaggio che, facendosi ad ogni passo sempre più evocativo, tesse i fili di una vicenda in cui il fisico fa fatica a sposarsi al metafisico, il reale all`irreale. Dominante rimane, e sempre in primo piano, un bisogno di consistenza che, inappagato, genera inquietudine e apprensione. Di verso in verso, la constatazione dell`"assenza" trova la propria motivazione di fondo nell`impegno a scoprire il bandolo che dia significato e dignità all`esistenza. Solo che, tutto sommato, il groviglio rimane e lo scioglimento in direzione del recupero resta solo il lievito di una tensione che conferisce alla parola asciuttezza e concentrazione. Come rimane il travaglio che preme sul discorso poetico alimentato, alternativamente, ora da sete di certezza ora dall`angoscia dell`inutilità dell`esistenza.