Collana: Fuori collana
Analisi tecnica finanziaria teorie, strumenti e modelli
anno2004
pagine168
formato17x24
ISBN978-88-7820-198-7
prezzo€ 13.00

?La natura umana è più o meno costante e reagisce a situazioni simili in modo generalmente uniforme. Attraverso lo studio di precedenti punti di svolta del mercato è possibile evidenziare alcune caratteristiche che servono ad individuare i principali massimi e minimi. L`analisi tecnica si basa sull`assunto che la gente continuerà a commettere gli stessi errori del passato. I rapporti umani sono estremamente complessi e non si ripetono mai nelle stesse combinazioni. Il mercato azionario, che è uno specchio dell`agire umano, non ripercorre mai un andamento in modo esattamente identico; ma il ripresentarsi di caratteristiche simili è sufficiente a permettere all`esperto di individuare i momenti critici principali?.

Così venne sinteticamente definita l`analisi tecnica dallo studioso M. Pring. Essa? è un particolare approccio applicato alle dinamiche finanziarie e nasce dall`idea che i mercati si muovano in primis secondo tendenze provocate dal cambiamento di attitudini e aspettative da parte degli investitori relativamente al ciclo economico, ma nel contempo si manifestino delle ricorrenze degne di essere colte.
Poich? l`analisi tecnica riguarda lo studio degli andamenti del mercato, essa non si assume il compito, estremamente difficile e soggettivo, di anticipare le variazioni del mercato che si traducono nella capacità delle aziende di produrre profitti, o di stabilire? gli atteggiamenti degli investitori verso questi profitti. Essa si occupa di studiare le tendenze del mercato e di identificarne i punti di svolta. Ciò avviene attraverso l`uso di tecniche di analisi diverse, alcune basate sull`utilizzo di metodi quantitativi, altre prive di ogni fondamento scientifico, ma non per questo meno rilevanti.
L`analisi tecnica fornisce previsioni sul prezzo dei titoli e dà segnali utilizzabili per l`attività di trading sulla base dei movimenti passati dei prezzi. Per originare segnali d`acquisto o di vendita sono usati sia metodi grafici sia algoritmi, opportunamente calibrati secondo l`orizzonte temporale scelto per l`attività di trading.
Alle origini questa "scienza" fu criticata dagli economisti accademici, in quanto non veniva considerata una scienza bensì un insieme di regole senza basi certe su cui fare affidamento.
Nel dopoguerra gli economisti hanno trattato l`analisi tecnica con un certo scetticismo dovuto in larga parte all`accettazione dell`ipotesi di efficienza dei mercati e al linguaggio del tutto estraneo a quello normalmente utilizzato in ambito accademico. Termini come doppio minimo, testa e spalle, supporto e resistenza hanno una loro origine nelle forme geometriche ricavabili dai grafici degli andamenti delle variabili finanziarie studiate ma non entrano nel vocabolario degli studiosi dei mercati finanziari. Solo recentemente si è iniziato a rivalutare e rivedere l`effettivo ruolo dell`analisi tecnica; sovente si sente affermare che l`importanza di tal tipo di approccio risiede nella sua ampia diffusione ed utilizzo nella comunità dei traders.
Se i traders interpretano i grafici approssimativamente allo stesso modo, gli andamenti delle variabili finanziarie dovrebbero risentirne. E` anche vero, tuttavia, che quando nacque l`analisi tecnica il suo utilizzo non era diffuso e quindi l`andamento dei prezzi non poteva essere influenzato dal comportamento degli operatori del mercato.
Frankel e Froot (1986), ad esempio, suggeriscono l`ipotesi che proprio l`analisi tecnica possa essere stata responsabile della sopravvalutazione del dollaro durante gli anni ?80, nel periodo in cui i fondamentali suggerivano scenari opposti.
In questo lavoro si è cercato di tracciare le linee guida essenziali per l`apprendimento dei principi, delle teorie, dei metodi fondamentali sui quali si erge l`analisi tecnica finanziaria. Dopo alcune premesse di natura storica, con le quali si sono delineati gli aspetti più peculiari e accattivanti delle pietre miliari di questo approccio scientifico, la teoria di Dow, la teoria di Elliott e la teoria di Gann, nei capitoli successivi ci siamo soffermati sugli sviluppi moderni della Analisi tecnica. In particolare nel capitolo quinto abbiamo approfondito lo studio dei Trading systems e del decision support system ossia di quei sistemi automatizzati attraverso i quali i traders dell`ultima generazione effettuano operazioni finanziarie caratterizzate da una certa complessità soprattutto alla luce dell`avvento della new economy. Il lavoro si completa con la presentazione di quattro casi studio relativi ad alcuni titoli quotati sui mercati internazionali. Lo studio è stato elaborato facendo leva sugli strumenti qualitativi e quantitativi (strumenti euristici) tipici dell`analisi tecnica finanziaria e di cui ci siamo occupati nel corpo centrale del presente scritto.